Roma 17-18 Novembre convegno sulla disprassia

Voluto dalla Prof Letizia Sabbadini si terrà presso il Centro Congressi Oly Hotel, Via del S. R. degli Apostoli, 36: “La disprassia dalla fanciullezza all’adolescenza e all’età adulta: cosa e come cambia”, promosso dall’AIDEE (associazione italiana disprassia dell’età evolutiva)

convegno roma disprassia sabbadiniGiunto alla sua decima edizione il convegno affronta il tema della disprassia, sempre più riconosciuta e diffusa, indagando le correlazioni tra ricerca e attività clinica.
Aprirà i lavori la Prof. Sabbadini, chairman di questo evento scientifico, esponendo una metodologia alla disprassia: dal movimento all’azione secondo un modello integrato.
La prima parte del convegno sarà dedicata, attraverso le ultime ricerche, a mettere in luce le novità scientifiche sul concetto di prassia, la diagnosi e di conseguenza l’approccio riabilitativo. Sul tema interverranno noti ricercatori che daranno il loro contributo con gli ultimi studi e approfondimenti.
Si parla infatti oggi sempre più di deficit di sviluppo della coordinazione e disprassia per porre l’attenzione non solo sulla compromissione strettamente motoria ma anche rispetto alla qualità dell’atto motorio considerato come integrazione di più funzioni complesse.
Verrà anche affrontato il problema della categoria diagnostica rispetto al DSM-V e all’ICD-10. In Italia infatti si parla spesso di ritardo psicomotorio mentre ancora c’è bisogno di una concordanza rispetto ai termini e alle funzioni deficitarie coinvolte.
Verrà posta attenzione poi agli aspetti legislativi e alla normativa di riferimento in quanto nel nostro Paese la disprassia è ancora poco tutelata, poche sono le conoscenze condivise, in merito alle difficoltà ad essa correlate, in tutti gli ambiti sia dell’apprendimento scolastico che nel contesto di vita famigliare e sociale. Questo deficit inoltre è una condizione che perdura durante tutto l’arco di vita della persona ed ha diverse manifestazioni a seconda delle fasi evolutive.
Interessante, in questo senso, sarà ascoltare l’esperienza di alcune persone che vivono in prima persona questa condizione.
icon pdfScarica la locandina del convegno


la disprassia è un disturbo della coordinazione motoria che rende difficile progettare e portare a termine sequenze di azioni motorie. Le persone affette da disprassia appaiono goffi nei movimenti, impacciate e con una compromessa autonomie di vita quotidiana.
Scopriamo la disprassia!
ariticolo di Ilaria Vallini

Lascia un commento